NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Progetto Folk(o)lore

Scritto da Emanuele Paniga in data 06 Febbraio 2014

Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato

 

Il progetto "Folk(o)lore - Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato” è composto da due azioni tese a valorizzare un angolo particolare della Bassa Valtellina, situato sulla destra idrografica dell'Adda, delimitata a Nord dal torrente Masino, la piana di Dazio-Regolido, a Est ed a Sud dal solco della Valtellina, a Ovest dalla valle del torrente Tovate, la Colmen.

Il suo territorio appartiene ai Comuni di Morbegno, di Ardenno, di Dazio e di Civo e si innalza di 913 metri e per la sua forma “tondeggiante” è visibile sia a chi proviene da Colico che da Sondrio. Una montagna singolare e suggestiva che, per la sua forma e natura, pare sia stata destinata fin dai tempi più remoti a rappresentare un baluardo di protezione per questo ambiente. Le numerose tracce di antichi sentieri tuttora presenti sul territorio riportano a tradizioni e storie da riscoprire e da rivalorizzare. Con il recupero e il ripristino dei sentieri e dei percorsi, che un tempo collegavano i nuclei esistenti e circostanti, si intende infatti ripercorrere e ricostruire la storia e le origini della Colmen, sottolineandone l’aspetto naturalistico, faunistico, paesaggistico, sociale, storico, culturale del territorio e creare dei percorsi diversificati rispondenti alle esigenze degli appassionati della montagna, dal bambino all’adulto.


Il coinvolgimento degli alunni del 2° Circolo di Morbegno, in particolare quelli appartenenti alla scuola primaria “G. Parravicini, il Gianolo” di Campovico, sottolinea la valenza formativa dell’azione didattica intrinseca al progetto stesso. La realizzazione del progetto, attraverso una pluralità di azioni didattico-formative, la costituzione di una “rete territoriale” di proficua collaborazione fra le diverse istituzioni educative e non presenti sul territorio a supporto del progetto che, a vario titolo, entrano in relazione con gli alunni: famiglia, insegnanti, educatori, esperti,volontari, comunità locale, enti, associazioni, ect…determina una conseguente ed indiscutibile ricaduta sulla crescita personale degli alunni: un equilibrato ed armonico rapporto fra istruzione e formazione, in stretta relazione con il proprio contesto di vita.

Una montagna non è solo una montagna, è un pezzo integrante del territorio e il rapporto fra le persone con essa esprime quei valori autentici (responsabilità, impegno, memoria, partecipazione…) che sono requisiti fondamentali per una vita di qualità, risultato di un armonico rapporto fra l’individuo, la comunità e l’ambiente in una prospettiva lungimirante orientata verso il futuro. Un percorso che favorisce e potenzia, quindi, in ciascun soggetto il senso della propria identità, promuovendo nel contempo una sensibilità umana ed ambientale che si concretizza pian piano in un autentico stile di vita. Porre l’attenzione sulla Colmen può pertanto essere un’occasione preziosa per avviare un cammino culturale a beneficio di tutti e, in modo particolare, per i più giovani, le nuove generazioni cioè, le quali saranno a loro volta chiamate ad assumersi ed a gestire criticamente e responsabilmente l’eredità ricevuta.

Il progetto "Folk(o)lore - Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato” prevede la realizzazione di un prodotto finale significativo, divulgabile dentro e fuori la scuola che riassumi, racconti e documenti il lavoro svolto durante il percorso, da presentarsi nell’ambito di una manifestazione mandamentale, organizzata in occasione della chiusura dell’anno scolastico 2011-2012 (opuscolo, inaugurazione sentiero, bachehe).

Finalità del progetto

Il progetto "Folk(o)lore - Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato” intende essere un progetto sperimentale con la finalità di avvicinare ed integrare maggiormente risorse, persone impegnate nel campo ambientale, culturale, storico, artistico, volontaristico a favore dei bambini e dei ragazzi della scuola primaria e della comunità locale. In primo luogo attraverso il recupero, il ripristino e la manutenzione dei sentieri di un tempo e di monitoraggio dell’ambiente circostante; in secondo luogo con la realizzazione di azioni educative, formative e culturali per la promozione di cultura e benessere. Infine si vuole rafforzare la coesione e la compartecipazione fra i soggetti coinvolti.

Obiettivi specifici

  • Recuperare alcuni sentieri significativi presenti sul versante sud-est della Colmen
  • Rendere accessibile una porzione del versante meridionale della montagna
  • Mettere in sicurezza le zone più critiche e impervie
  • Recuperare le residue fonti idriche presenti
  • Ampliare il tracciato dei sentieri per favorire escursioni e passeggiate
  • Incrementare un’azione preventiva di cura e salvaguardia del territorio
  • Promuovere e sviluppare la consapevolezza di valorizzare luoghi specifici (biblioteca, museo, ect..) anche in prospettiva di un approccio personale, al di fuori di tempi e modalità di accesso;
  • Favorire un percorso di un percorso artistico-didattico sul rapporto Natura e Poesia
  • Promuovere e potenziare la capacità immaginativa degli alunni, stimolando lo stupore e la curiosità;
  • Sviluppare la capacità di dare poesia all’ambiente in cui gi alunni vivono;
  • Promuovere e sviluppare la creatività degli alunni dal punto di vista conoscitivo, relazionale e sociale della storia dell’arte e delle tradizioni locali, attraverso l’uso della poesia
  • Favorire il pensiero critico, analitico e divergente, privilegiando la poesia;
  • Promuovere e veicolare benessere negli allievi attraverso l’incontro e la pratica delle forme artistiche con la poesia, la musica e le tecniche pittoriche;
  • Promuovere un approccio alla conoscenza del proprio contesto reale, attraverso azioni metodologiche e didattiche “giocose e divertenti”, attività laboratoriali quali espressione della capacità immaginativa e creativapropria degli alunni di questa età)
  • Favorire il “protagonismo” degli alunni per la progettazione di spazi ed attività allo scopo di ricostruire l’ambiente indagato per una sua rivalutazione e conservazione
  • Contribuire alla riscoperta e valorizzazione del proprio territorio, evidenziandone luci ed ombre;
  • Favorire e sviluppare la capacità di fare confronti fra ambienti e/o contesti diversi;
  • Favorire e sviluppare la capacità di fare collegamenti fra le nuove conoscenze e quelle già acquisite.
  • Incrementare l’attività di volontariato per la tutela dell’ambiente e per promuovere la conoscenza del territorio.

Nella carta sotto riportata viene evidenziata la zona all'interno della quale si procederà con l'intervento di riqualificazione.

Come è possibile notare dalla carta la zona sulla quale si concentrerà il progetto è l'unica dove non esisteva una rete sentieristica ben affermata e conservata, questo intervento pertanto darà la possibilità agli escursionisti di visitare zone fino ad ora poco accessibili e di poter ammirare scorci di paesaggio insoliti e diversi.

zona progetto folkolore

Sentiero "Posa di Moort"

Il tracciato del sentiero si sviluppa sul versante Sud-Est sul versante est della Colmen con uno sviluppo di circa 6 km producendo un dislivello di circa 600 m, collegando la frazione di Desco a Dazio.

Il sentiero “Posa di moort “ ha radici profonde nel passato e il suo tracciato è testimonianza della vita dura dei nostri avi che lo percorrevano regolarmente per raggiungere la parrocchia di Caspano, di cui Desco faceva ancora parte nel diciassettesimo secolo. In occasione dei funerali i feretri venivano trasportati a spalla da Desco a Caspano lungo questo impervio sentiero, da qui il nome “posa dei moort” , località situata a metà montagna. Soltanto nel 1624,infatti, il Vescovo Sisto Carcano, in visita pastorale, concesse la facoltà di eseguire le sepolture presso la chiesa di Desco, come citato da G. Perotti nel suo saggio storico “Le Vie Del Bene” – OTTOBRE 2008.

Sentiero "via diretta / cresta est" 

Il sentiero “Via Diretta” è la via di accesso più breve per raggiungere la cima della Colmen passando sul versante Sud-Est. Il sentiero scende dalla cima in direzione Est intersecando il sentiero "Posa di moort" ad una quota di circa 500 m s.l.m. L’itinerario permette agli escursionisti di esplorare e conoscere una zona più interna del territorio, godendo di un panorama suggestivo.

Questo sentiero risulta speculare a quello già presente sulla cresta Ovest che scende dalla cima verso l'abitato di Categno.

DATI TECNICI POSA DI MOORT posa di moort cresta est colmen
Lunghezza percorso: 6 Km
Difficoltà: sentiero escursionistico E 
Sentiero di breve percorrenza
Quota più bassa: 300 m.s.l.m.
Quota più alta: 620 m.s.l.m.
Dislivello totale: 320 m
DATI TECNICI CRESTA EST
Lunghezza percorso: 3 Km
Difficoltà: sentiero escursionistico E
Sentiero di breve percorrenza
Quota più bassa: 500 m.s.l.m
Quota più alta: 900 m.s.l.m.
Dislivello totale: 320 m

 

La “Associazione Colmen, la montagna magica”, pur essendo nata di recente, esprime un forte senso di responsabilità verso la Colmen ed intende assumersi l’impegno di mettere in atto delle iniziative allo scopo di riscoprire, rivalutare, prendersi cura di questo angolo di territorio per poterlo valorizzare, apprezzare e farlo conoscere. Da qui la necessità di costituire un gruppo di lavoro formato da soci-volontari che intendono contribuire concretamente, iniziando con il recupero e ripristino degli antichi sentieri.

La scuola considera il progetto un’esperienza che rientra in una cornice ampia che esce dai confini della scuola per aprirsi al territorio, con l’intenzione di creare una efficace e proficua rete fra tutti quei soggetti che a vario titolo sono coinvolti in un’azione educativa, ottimizzando le risorse umane e non, a favore di una crescita umana e culturale in armonia con il proprio ambiente. Una prospettiva condivisa in modo particolare dall’Associazione sopraccitata come afferma nel suo statuto, evidenziando l’importanza di una proficua e costruttiva collaborazione con la scuola in un’ottica di condivisione di obiettivi e di azioni.

 

Articoli stampa dedicati VAOL

 

 

Informazioni correlate

  • Data: Giovedì, 21 Maggio 2015
  • Visite: 2417

Associazione Colmen

  • 23017, Desco frazione di Morbegno
    via Guglielmana, 3

Riferimenti

C.F. 91014350143
Legale rap.tante Emanuele Paniga

Seguici su